Layout-PB-Logo

TarghettaGiardini15
1° Classificato

Giardino n° 6 davanti San Francesco – Piazza Garibaldi
Titolo: "Sorella Acqua"
Biolaghetto di Daniele Marchetti – Romans Garden di Roman Simone – Rossetto Michele Impresa edile
Il primo premio è assegnato per la disposizione armoniosa della vegetazione, per l'equilibrio dei colori, per l'ottimo inserimento nel contesto urbano e per l'impegno complessivo nella progettazione e realizzazione.

2° Classificato
Giardino n° 3 in Piazzotto Montevecchio
Titolo: "Freedom" (Libertà)
Filosofia del verde di Denis Foffano
Il secondo premio viene assegnato per la perfetta interpretazione del tema e l'originalità del progetto, in chiave concettuale. Buon utilizzo dei cromatismi con il contrasto tra la cornice bianca, i sassi neri e il verde dell'erba.


3° Classificato
Giardino n° 2 a Palazzo Sturm
Titolo: "Oltre il fiume...ma mai contro cuore"
Eltisler – Stevanin arredamenti & serramenti
Il terzo premio viene assegnato per la perfetta interpretazione del tema, in chiave romantica. Interessante la scelta dei complementi d'arredo in stile country, simpatici i messaggi lasciati in giardino.


4° Classificato
Giardino n° 7 in Piazza Garibaldi
Titolo: "Natura e artificio"
Green House s.n.c. di Cusinato Christian e Todesco Eddy
Il quarto premio viene assegnato per l'ottimo inserimento contestuale, per l'originalità del progetto e per l'armonia cromatica; il tutto proposto con materiali innovativi.


5° Classificato
Giardino n° 10 in General Giardino - Bar Italia
Titolo: "Hakuna Matata!"
Obbiettivo giardino di Mauro Bortignon
Il quinto premio viene assegnato per la scelta dell'ulivo e la sua imponenza.
Pianta amata nel nostro territorio che s'inserisce bene nel contesto,
valorizzando il panorama dei monti.


Menzione speciale
Giardino n° 11 presso Casa Gerosa:

Titolo: "Un soffio di solidarietà"
Tavolozza di verde e di colori per alleviare età e malattia
Chagall Giardini con l'Associazione Oncologica San Bassiano
La giuria esprime una menzione speciale per l'iniziativa sociale che vuole portare un messaggio a quanti avranno la gioia di frequentare il parco, dove è possibile entrare e visitarlo libera-mente. E' un messaggio di solidarietà, di affetto, di amicizia, di serenità; un gesto d'amore che si propone di alleviare, anche solo per un attimo, le sofferenze fisiche e morali dell'età e della malattia.
Il giardino proposto s'inserisce nell'arco vegetale d'entrata del giardino,
con materiali di recupero, logorati dal tempo,
che vengono ridati a nuova vita da fiori di campo e piante da orto.


 valutazione

Questo sito usa cookies per il proprio funzionamento (leggi qui...)